Home La Parrocchia Insieme L'Oratorio
News
Contatti
Photogallery
Link consigliati
 
INFORMAZIONI
 
 
 
 
 
 
 
 
   
   
     
 
 
   
 
 
 
 
     
I SACRAMENTI
  INIZIAZIONE CRISTIANA  
   
   
     
   
   
 
 
 
 
     
     
  C A R I T A S  
     
  TEMPI LITURGICI
 
  Quaresima  
  Mese di Maggio  
   
  SERVIZIO ALLA FAMIGLIA
 
 
     
  DECANATO E DIOCESI  
   
  Il Vicario di zona
       
ATTIVITA' E INIZIATIVE
 
   
 
 
     
  STELLE DEL TEMPO
  Chiara Luce  
  Padre Bossi  
   
       
STORIA E ARTE
 
 
 
 
 
 
 
 
   
 
     
 
     
  EVENTI
 
     
  DON MICHELE MAURI  
 
   
     
  RUBRICHE  
  Senza Confini  
  Pensieri  
     
Battesimo

Martinotti A.

Presentazione di Gesù al tempio

 

La vita è un dono meraviglioso.
La gioia di una mamma e di un papà per la nascita di un figlio
viene comunicata a tutti tempestivamente.

 

Il Padre celeste
da cui ogni creatura prende vita
con la carezza dell’ acqua fresca del Battesimo
non si merita - però - una lunga anticamera:
troppo tempo passa tra la nascita e il battesimo.

 

Il Battesimo è il segno
con cui  la chiesa affida il mistero dello scorrere dei giorni dei propri figli
al Signore del tempo.

 

“Che nome date a questo/a bambino/a?
Che cosa chiedete per vostro figlio?”
Sono le due domande semplicissime che aprono il rito del Battesimo: altre condizioni non sono richieste.

 

La visita di Maria a Elisabetta

- la raggiunse in fretta, dice san Luca –

è il modello dell’ incontro tra due madri:
tu, giovane madre e la chiesa, madre antica.

 

Nasce la lode del cuore
per il grande dono della vita: L’anima mia magnifica il Signore.

 

Indicazione pratiche.

E’ nostra usanza  annunciare con un tocco di campane(alle 12,30) (carillon) la nascita di un bambino il giorno stesso o quello successivo.

 

Nel sito trovate il modulo per l’iscrizione al Battesimo: va compilato e consegnato per tempo in parrocchia.

E’ previsto un incontro di preparazione alla celebrazione del sacramento.

 

Non necessitano, per il battesimo, documenti  particolari. Solo nel caso di bambini in affido o in adozione l’iter  prevede una notifica presso il Servizio per la disciplina dei Sacramenti della Curia. Il colloquio con il parroco chiarirà ogni cosa.

 

Non pochi genitori “temono” l’incontro con il sacerdote a causa della propria situazione matrimoniale.
In verità  è il sacerdote  che rimane  intristito da questa distanza … poco familiare e molto burocratica.
A meno di seri motivi, non aspettiamo mesi a battezzare il bambino.
Alcuni ritengono  giusto aspettare la maggiore età del bambino (così è più consapevole ecc … ).
A costoro dedichiamo la frase finale  apposta da Bernanos   al “Diario di un curato di campagna”:  Che cosa  importa? Tutto è grazia”.

 

Il padrino e la madrina siano gli stessi anche per la Cresima. Le caratteristiche richieste per la scelta, meritano adeguata attenzione. Il foglio di accompagnamento è chiaro in proposito.

 

Accompagnate l’inizio e la fine della giornata dei vostri bambini con il segno della croce: così li abbiamo accolti il giorno del Battesimo.

 

 

 

 

 

 

I genitori che intendono battezzare i propri figli sono pregati di iscriverli almeno un mese prima della celebrazione per predisporre un'adeguata preparazione.

Nel tempo di Quaresima non amministriamo i battesimi.